solari bambini

Riflessione post settimana di mare. Quale solare è bene utilizzare per i nostri bambini (e anche per noi, perchè no) scegliendo tra il “meno peggio” di quelli in commercio?

Noi mamme siamo partite tutte con la protezione 20 della Lavera, famosa marca bioecologica che lavora in modo eccezionale, ma dopo il primo giorno di mare siamo dovute andare di corsa in farmacia, aimè, a comprare una protezione più alta, e non avendo internet a disposizione ci siamo affidate al parere della farmacista, per la cronaca abbiamo preso la protezione 50 della Roche-Posay.

In sei giorni ho utilizzato tutto il tubetto da 125 ml e quindi mi trovo a dover scegliere di nuovo una crema solare, questa volta internet mi aiuta e sul mensile “terra nuova” c’è un articoletto che mi aiuta a spiegarvi un pò la situazione.

Come ormai tutti sappiamo il problema del sole non è solo l’invecchiamento cutaneo(magari!!!) ma soprattutto troppo sole, preso male, può aumentare le possibilità del melanoma. Il sole comunque fa anche bene quindi tutto sta ad avere accorgimenti tali da non renderlo nocivo.

Prima di tutto diciamo che il solare va riapplicato continuamente, questo è raccomandato perchè di solito non se ne spalma la giusta quantità , è d’obbligo quindi usare generosamente il prodotto.

Una seconda importante distinzione è tra i filtri fisici e i filtri chimici, i primi sono quelli innocui alla pelle, anzi idratano e proteggono ma le creme risultano molto sbiancanti e non sempre protettive al massimo perchè creme che utilizzano solo filtri fisici non hanno un fattore di protezione molto alto, diciamo che non avremo mai un 50+.  I filtri chimici invece sono più schermanti ma meno buoni per la pelle, anche se alcuni filtri chimici di ultima generazione sembrano essere comunque fotostabili e quindi non degradare sotto il sole e non vengono assorbiti troppo dalla pelle, chi volesse informarsi di più leggendo le etichette vi riporto il nome di questi due filtri chimici “innocui” il bis-ethyl hexyloxyphenol methoxyphenyl triazine e il methylene bis-benzotriazolyl tetra-methylbutylphenol.crema solare

Non è per niente facile orientarsi in questo argomento perchè come vi ho detto sono partita con le migliori intenzioni ma alla fine sono dovuta ricorrere ad una protezione che seppur non essendo tra le peggiori non è certamente il massimo, una cosa che posso consigliare è sempre di controllare sul biodizionario la composizione delle vostre creme così da non riempire di robaccia la nostra pelle.

Insomma alla fin fine probabilmente riprenderò La Roche Posay o al limite utilizzerò quella dell’ idi “idisole bimbo” e userò questo tipo di creme solo per il mare per poi lavare per bene Annalisa subito dopo esser tornate a casa, invece per le passeggiate pomeridiane o per i momenti dove il sole non picchia molto le metterò la crema bioecologica della Lavera così anche se le rimane sulla pelle per più tempo non ho nessun pensiero e poi vale sempre il concetto che è bene alternare sapientemente l’uso delle creme solari ai filtri più fisici che esistono:cappello magliettina ed occhiali da sole!

sole bambini

Se qualcuna di voi ha consigli da dare su creme solari particolarmente buone come al solito sono pronta ad “ascoltare”.

Aggiornamento: Viste le richieste dopo una lunga ricerca ho trovato delle creme solari a protezione altissima, quindi 50+ che sono un pò migliori delle altre vi metto i link in basso.
PS: ci sono due ingredienti rossi che però come ho scritto sopra sono filtri che non degradano sotto il sole e che quindi se sono presenti nelle creme poco male e sono
-bis-ethyl hexyloxyphenol methoxyphenyl triazine
-methylene bis-benzotriazolyl tetra-methylbutylphenol

spero vi sia utile!

 

 

 

8 comments

///////////////
  1. simplymamma

    io uso erbolario da tanti anni e mi sono sempre trovata bene. comunque proverò quelle che consigli.

  2. ilaria

    ottimi sono anche i solari della lakshmi, che produce cosmetici certificati icea. come tu stessa scrivi però superati i 20 sono utilizzati filtri chimici come previsto da una normativa europea, per questo weleda e dr. hauschka non producono più solari.
    se ti capita ti consiglio di andare a L’officina naturale in via della reginella n.3 dove troverai solo cosmesi naturale e persone preparate.
    ciao Ilaria

    1. silvia

      Grazie del consiglio!

  3. singlemama

    @ simplymamma: erbolario non è ecobio. io l’ho scartato per i troppi ingredienti tossici.

    grazie, mi hai ricordato che devo passare a prendere la helan. :-)

  4. Silvia P.

    Ciao, so che è praticamente un anno dopo ma se può comunque interessare prova a guardare i solari Nature’s della ditta Bios Line.
    Ciao Silvia.

    1. silvia

      non è tardi perchè tra l’altro sto proprio decidendo di prendere un solare in questi giorni…quindi tempismo perfetto!

  5. daniela

    Ciao per quanto riguarda i solari ma tutta la cosmesi in generale vai sul sito remediaerbe. Loro sono una famiglia che da anni coltiva le erbe bio e produce tanti piccoli miracoli!!!! Non ti dico altro ma vai sul sito per capire che persone meravigliose sono. Io sono loro cliente da tanti anni e non mi hanno mai deluso!
    Complimeti per il tuo sito.
    Ciao!
    Daniela

  6. laura

    Io la scorsa estate x via di una macchia un po strana spuntata alla caviglia , il dermatologo dopo avermi tranquilizzata che non era niente di strano , ma non si spiegava xche ci fosse, oltre a prescrivermi la crema x curarla mi ha prescritto anche la crema solare x proteggerla dal sole.E della roche- posay che gia’ conosci ma diversa. Si chiama ” 50+ spf protezione molto alta UVB/UVA
    ANTHELIOS XL crema morbida molto resistente all’acqua ( confermo) senza profumo e parabeni . Formula con ridotto contenuto di filtri chimici ed e rinforzata x gli UVA”. Tubetto da 50 ml pelle sensibile , allergie solari
    Se ti puo’ essere utile…..
    Ti ho scritto tutto quello che ce scritto sulla confezione e che mi sembrava utile citare.
    Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.